annuncio

Modulo annuncio
Comprimi

Regolamento del Forum Aicel.it (leggere prima di postare)


Visualizza altro
Visualizza di meno

Vendere come privato su ebay, subito.it ecc

Modulo titolo pagina
Sposta Rimuovi Comprimi
X
Modulo Dettagli conversazione
Comprimi
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Vendere come privato su ebay, subito.it ecc

    Buonasera a tutti, vorrei delle info riguardo a delle vendite che vorrei effettuare tramite vari canali come ebay, subito, kijiji ecc.
    Pochi anni fa, effettuavo commercio su ebay con regolare partita iva, camera di commercio ecc, poi ho dovuto chiudere l'attività e mi è rimasta della merce invenduta, che vorrei vendere come privato su ebay e altri canali. Per la legge attuale, posso farlo?

    Grazie

  • #2
    Buonasera,
    si può vendere ma deve essere un'azione occasionale e non continuativa, altrimenti è riconducibile ad una vera e proprià attività imprenditoriale con tutto ciò che ne concerne.

    nel web ho trovato questa definizione

    Per il fisco, si è venditori OCCASIONALI, quando il fatturato NETTO, è inferiore a 5000euro l'anno. Quindi sotto questa soglia non si è tenuti ad avere P.IVA, chiaramente bisogna cumulare tutti i redditi, poichè se ad esempio si fa il cameriere a chiamata una volta a settimana (augurandomi che il tuo datore di lavoro ti paghi in regola) quel guadagno va sommato alle altre entrate.

    Non so se gli importi sono ancora attuali, ma il senso è quello. Non deve essere una vera e propria attività continua. Le consiglio di confrontarsi con un commercialista o chiedere ad un CAF (Centro Assistenza Fiscale) del suo paese.

    www.zefirosport.it - www.zefirofit.it - www.zefiropiscine.it

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da AlessandroZefiro Visualizza il messaggio

      nel web ho trovato questa definizione
      Nel web girano un sacco di inesattezze

      Originariamente inviato da AlessandroZefiro Visualizza il messaggio
      Per il fisco, si è venditori OCCASIONALI, quando il fatturato NETTO, è inferiore a 5000euro l'anno. Quindi sotto questa soglia non si è tenuti ad avere P.IVA, chiaramente bisogna cumulare tutti i redditi, poichè se ad esempio si fa il cameriere a chiamata una volta a settimana (augurandomi che il tuo datore di lavoro ti paghi in regola) quel guadagno va sommato alle altre entrate.
      Il limite dei 5000 euro si riferisce a prestazioni d'opera occasionali mentre vendere merce in modo sistematico e continuativo costituisce una forma di commercio ed occorre aprire partita iva. Per fare un esempio banale, io posso vendere una barca del valore di 10K euro senza avere partita iva in modo occasionale (una tantum) ed essere perfettamente in regola sotto il profilo fiscale oppure mi posso organizzare per vendere ogni mese 400 euro di merce tramite ebay ed essere quindi fuorilegge.

      Occhio poichè la separazione tra lecito ed illecito è alquanto effimera e le leggende metropolitane (i famosi 5K euro) possono trarre in inganno e poi sono dolori.


      18carati
      Diamanti certificati
      Anelli solitari

      Commenta


      • #4
        18carati ha pienamente ragione. I 5K li ho indicati in quanto in altri forum indicano tale limite, ma concordo che il nodo cruciale è la continuità della vendita che prefigura attività professionale
        www.zefirosport.it - www.zefirofit.it - www.zefiropiscine.it

        Commenta


        • #5
          qui trovi la risposta:http://www.aicel.org/come-fare-per/c...guida-completa


          "Innanzitutto per essere considerata occasionale, l’attività deve essere effettuata in modo accidentale, sporadico, non organizzata e non deve essere svolta con continuità nel tempo.
          Pertanto l’attività “occasionale” di cessione di beni non può essere supportata da attività di creazione di un sito di vendita on-line, da una pubblicazione di un catalogo e dall’acquisto merci per la successiva rivendita al consumatore: in questo caso è totalmente assente l’occasionalità della prestazione!
          Sfatiamo anche mito: non esiste alcun “fatturato” minimo sotto il quale l’attività di compra vendita di beni on-line si possa considerare occasionale. Non esistono dei limiti precisi stabiliti dalla legge al di sotto ed al di sopra dei quali è obbligatorio o meno aprire una partita IVA.
          I famosi “5.000 euro” si riferiscono invece al lavoratore autonomo occasionale ovvero chi si obbliga a compiere, dietro corrispettivo, un’opera o un servizio con lavoro prevalentemente proprio, senza vincolo di subordinazione, ne’ potere di coordinamento del committente ed in via del tutto occasionale.
          E’ bene ricordare che sempre più frequentemente la Guardia di Finanza esegue accertamenti sui venditori che si celano dietro finte prestazioni occasionali…."
          -------------------------
          Andrea Spedale

          Commenta

          Sto operando...
          X