annuncio

Modulo annuncio
Comprimi

Regolamento del Forum Aicel.it (leggere prima di postare)


Visualizza altro
Visualizza di meno

Cliente chiede fattura dopo registrazione nei corrispettivi

Modulo titolo pagina
Sposta Rimuovi Comprimi
X
Modulo Dettagli conversazione
Comprimi
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Cliente chiede fattura dopo registrazione nei corrispettivi

    Ciao ragazzi,
    volevo porvi un quesito.
    Come attività di vendita on-line non c'è l'obbligo di emettere fattura, ma naturalmente inserisco le entrate nel registro dei corrispettivi.
    Sia nel sito, che nella mail che arriva in automatico al cliente appena effettua un ordine è chiaramente indicato che se necessitano di fattura possono tranquillamente indicarlo prima di effettuare il pagamento, in modo che l'entrata non sia indicata nel registro corrispettivi, ma verrà emessa fattura.
    E' la seconda volta che un cliente, non legge, e dopo qualche settimana mi chiede...e la fattura?
    In sto periodo in cui pensano che tutti quelli che lavorano on-line siano fantasmi che non pagano le tasse...quando invece avendo tutti i pagamenti registrati on-line, sarebbe meglio andassero a vedere il negozietto che non gli fa lo scontrino...Io nell'ordine inserisco il DDT e non vedendo la fattura o una ricevuta, pensano che uno prende i loro soldi e non paga le tasse. Los crivo chiaramente nella mail che gli arriva e sinceramente mi sono rotta le scatole di sta gente che non legge 20 righe dove gli si spiega come completare il pagamento e le varie indicazioni e poi mi rompono dopo un mese per la fattura, quando bastava leggessero 3 secondi in più. Cosa gli posso dire quando sta gente mi chiede qualcosa che provi l'importo da loro speso? Perchè la commercialista mi ha indicato di inserire solamente il documento di trasporto nell'ordine, nessuna ricevuta.

  • #2
    In questo caso rispondi: nessun problema, mi mandi ragione sociale e partita iva.
    A quel punto ti devono rispondere che sono privati, e allora gli spieghi che per i privati c'è la registrazione dei corrispettivi, la fattura è per le aziende.
    La cosa migliore è farglielo scegliere durante l'ordine, non dopo, che come hai detto nessuno legge niente.
    ------------------------
    Susanna
    Giardino Italiano, www.giardino.it, www.pens.it

    Commenta


    • #3
      sì infatti, nel nuovo e-commerce inserirò la possibilità di scelta prima dell'ordine, è che al momento ho un sito preconfezionato e posso inserire l'indicazione solamente dopo l'acquisto. Il fatto è che questo cliente dice: ok, io sono privato e tu registri nei corrispettivi, ma io come posso avere un qualcosa, una ricevuta che attesti, come privato, che ho effettuato un acquisto e il costo?

      Commenta


      • #4
        Io ad esempio stampo e includo sempre nel pacco una "Nota di consegna" senza valore fiscale, che però è strutturata come una fattura, con un numero progressivo, la data, i dati del cliente, l'elenco dei prodotti, con prezzo, Iva, spedizione, e tutto quanto.
        ------------------------
        Susanna
        Giardino Italiano, www.giardino.it, www.pens.it

        Commenta


        • #5
          potrei inserirlo ad esempio nel documento di trasporto il prezzo? la nota di consegna la fai oltre al documento di trasporto?

          Commenta


          • #6
            Io non facciio nessun DDT, anche perché non so esattamente come stiano le cose, ma mi sembrava che il ddt dovessere essere sempre seguito dalla fattura; e visto che non faccio fattura, non potrei fare neppure il ddt, credo.
            ------------------------
            Susanna
            Giardino Italiano, www.giardino.it, www.pens.it

            Commenta


            • #7
              fare una normale ricevuta non va bene?

              Commenta


              • #8
                sì, è che io nell'ordine inserisco solo il ddt e chi chiede fattura emetto fattura, sennò inserisco le entrate nei corrispettivi, se uno non mi chiede fattura, io lo segno nei corrispettivi poi mi chiede la fattura, dopo settimane non posso più emetterla e non facendo ricevute, che ricevuta gli mando?

                Commenta


                • #9
                  Io non emetto fattura o ddt( a meno che non mi venga espressamente richiesto al momento dell'ordine), è scritto nelle condizioni di vendita.Il cliente in fase di checkout deve flaggare sull'apposito quadratino per accettazione delle condizioni di vendita, se non le legge sono cassi suoi e si attacca.

                  Commenta


                  • #10
                    no, ma infatti anche da me c'è scritto e più di una volta, ma mi fanno incavolare perchè poi ti fanno passare da evasore: "ma io come posso avere qualcosa che indichi quanto ho pagato?" e ciccio se leggevi mi chiedevi la fattura, te non leggi e t'attacchi. Però sai rompe un po' le scatole, ogni tanto succede, la gente non è del settore e non lo sa e pensa....oh questi non fanno lo scontrino, la ricevuta, evasoriiii, evasoriiiii. Oggi siamo tutti evasori e on-line non vedono lo scontrino, non ti vedono pensano che fai tutto così

                    Commenta


                    • #11
                      Ricevuta non fiscale

                      Salve, noi emettiamo documento generato dal gestionale e nominato Ricevuta Non Fiscale. Questo ha lo stesso formato di una fattura, chiaramente non sono evidenziati dati fiscali del cliente e l'iva non è indicata. Solo il prezzo ivato.

                      Commenta


                      • #12
                        Finalmente l'argomento che cercavo da tempo. Non mi fa piacere che anche voi siate nella stessa condizione ma è lo stesso che sto verificando adesso anche io. Ovvero (e sono diretto) gentaglia che chiamare "clienti" è troppo, forse solo risparmiatori che vogliono ovviamente risparmiare però l'ignoranza non l'ammetto e neppure la superbia o le minacce.
                        Spesso mi capita il cliente che dopo 10 giorni se ne viene scrivendo che aspetta la fattura sia privati che partite iva, infatti i clienti della seconda categoria si comportano uguali per questo forse in futuro venderò solo a privati senza fattura a costo di vendere meno.
                        Non solo, a' voglia di linkare condizioni di vendita scritte per esteso leggibili e comprensibili con tanto di normativa ecc. il risultato è sempre uguale, anche rilasciando una ricevuta che anche non fiscale ha più dati del dovuto (compreso coordinate bancarie, tracking collegato all'ordine ecc) quindi valida al 100% per la garanzia. Molti la chiedono per questo motivo la ricevuta, altri per fini fiscali.... altri perchè secondo me lo fanno apposta a trovarsi nel difetto giusto per sentirsi dire un "NO" e minacciare poi di chiamare la G.d.F

                        Purtroppo la normativa l'hanno fatta ma a spiegargli ai clienti zucconi che non si è obbligati a emettere fattura (e quindi ciò non significa evasore, perchè faccio cmq il corrispettivo e le tasse le pago) è inutile!
                        Aggiungo inoltre che per sicurezza quando compilo i corrispettivi scansiono la posta per controllare sempre se il cliente mi ha chiesto la fattura insieme all'ordine, oppure subito dopo via mail per poterla emettere....Addirittura alcuni pensano che compilando l'indirizzo di fatturazione, la fattura sia automatica...

                        Secondo me due sono le cose, o si fattura in automatico oppure si deve completare il corrispettivo a fine mese, ma la probabilità che chiedano una fattura a distanza di 2 mesi c'è sempre.
                        A me il commercialista non mi ha saputo orientare...
                        Questo è il risultato della disinformazione che c'è in giro e poi molti si vantano di comprare online, ma anche l'acquisto online ha delle regole...
                        Scusate se mi sono dilungato ma cercavo da tempo questo argomento...

                        Commenta


                        • #13
                          Definire gentaglia chi ti chiede la fattura dopo mi sembra eccessivo, mica tutti sono esperti di contabilità.
                          Quando è capitato a me ho spiegato e non ho mai avuto nessun problema.

                          Commenta


                          • #14
                            ma non avete un sistema che vi possa creare una ricevuta fiscale?
                            A me non è mai successo, solo uno ogni tanto che mi chiede a distanza la copia (ma solo chi ha chiesto la fattura).
                            Io emetto sempre fattura, e chi mi inserisce la partita iva ottiene quindi una regolare fattura, chi invece solo il codice fiscale la ricevuta fiscale.
                            Il tutto è completamente automatico, non ho corrispettivi.
                            Il foglio A4 della fattura ha la parte inferiore (un terzo) che serve da segnacollo, la piego (ho messo anche la linea di piega) e la metto nella tasca adesiva.

                            Commenta


                            • #15
                              Non ha senso chiamare un cliente "gentaglia".

                              Credo che abbiate un approccio sbagliato verso questi clienti che comunque hanno deciso di premiarvi acquistando presso il vostro negozio online.
                              Solo per questo motivo meriterebbero piu' rispetto e maggiore considerazione, soprattutto in questi tempi dove i clienti non piovono certo dal cielo.

                              Non tutti sono commercianti e non tutti conoscono la fiscalità (talvolta neppure i commercialisti!).
                              Tra l'altro in questi ultimi anni, gli e-commerce italiani sono diventati una vera e propria jungla d'informazioni piu' o meno complete piu' o meno chiare, disseminate ovunque all'interno dei siti e delle email.

                              Inoltre, il groviglio di leggi e leggine fiscali rende il tutto ancora più difficile da interpretare per un "non addetto ai lavori": oggi acquisto da tizio che mi manda la fattura. Domani caio mi manda lo scontrino. Dopo domani sempronio non mi manda nulla. E così via... come possiamo pretendere che l'acquirente possa avere le idee chiare su quali sono i suoi diritti?


                              Quando c'e' un collo di bottiglia nella fase di acquisto o di post vendita, bisogna intervenire per risolverlo presso la propria azienda / e-commerce perchè non c'e' modo di "cambiare la testa della gente".

                              Secondo me la soluzione, dopo aver presentato il problema anche al proprio consulente fiscale, è quella di allegare una "RICEVUTA D'ACQUISTO" dove si legga chiaramente:
                              - Chi ha venduto
                              - Chi ha acquistato
                              - Cosa si è acquistato
                              - Quanto è stato pagato
                              - Come è stato pagato

                              e poi una serie di informazioni testuali tipo:
                              "Questo documento assieme allo scontrino fornito o alla DDT ecc. vale a tutti gli effetti di legge per esercitare il proprio diritto alla garanzia bla bla bla."

                              "Ulteriori informazioni sui tuoi diritti sono reperibili sulla pagina delle FAQ www.example.com/faq.html"

                              Cercando di evidenziare solo le informazioni piu' importanti e in maniera chiara ma estramente sintetica.

                              Senza dimenticare di ringraziare il cliente per l'acquisto effettuato.

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X