annuncio

Modulo annuncio
Comprimi

Regolamento del Forum Aicel.it (leggere prima di postare)


Visualizza altro
Visualizza di meno

Dati da inserire su fatture per l'estero

Modulo titolo pagina
Sposta Rimuovi Comprimi
Questa discussione è chiusa.
X
X
Modulo Dettagli conversazione
Comprimi
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Dati da inserire su fatture per l'estero

    Salve, a tutti, sono nuovo del forum, e avrei una domanda da fare:
    Sono titolare di un sito ecom con il quale vendo prevalentemente a soggetti privati merci al dettaglio, senza magazzino con i fornitori che spediscono a seguito dell'inoltro del mio ordine, emetto quindi esclusivamente fatture ai clienti, presentando poi richiesta a mia volta a fine mese ai fornitori.
    Vista la richiesta, ora si prospetta la possibilità di espandere le vendite all'estero, ma pur avendo letto tutti i post riguardanti l'argomento non ho trovato un'informazione, e cioè:
    quando compilerò una fattura per un privato cittadino cominitario o meno, cosa debbo scrivere al posto dei nostri codice fiscale e/o partita iva?
    E' sufficiente scrivere nome cognome indirizzo ecc. ecc. oppure gli altri paesi hanno un corrispettivo dei nostri codici fiscali/partita iva?
    Grazie in anticipo per l'aiuto che vorrete darmi

  • #2
    Re: Dati da inserire su fatture per l'estero

    .....praticamente, nessuno di voi fattura all'estero....

    Commenta


    • #3
      Re: Dati da inserire su fatture per l'estero

      Originariamente inviato da secondaserie
      .....praticamente, nessuno di voi fattura all'estero....
      ... no, è che siamo tutti impegnati a fatturare all'estero.

      Commenta


      • #4
        Re: Dati da inserire su fatture per l'estero

        codice fiscale al''estero non sanno nemmeno cosa sia. Se fatturi ad aziende entro la UE indichi la partita iva intracomunitaria, se no un bel niente.

        Occhio ai codici esenzione iva ( solo aziende), ma per questo senti un commercialista, anzi, sentilo comunque che è meglio...

        Ciao

        Commenta


        • #5
          Re: Dati da inserire su fatture per l'estero

          PER ORA , per i clienti privati esteri è sufficiente nome cognome e indirizzo, sia europei che extraeuropei. Se invece si tratta di aziende europee, hanno la partita IVA.

          Commenta


          • #6
            Re: Dati da inserire su fatture per l'estero

            Originariamente inviato da Giardino Italiano
            PER ORA , per i clienti privati esteri è sufficiente nome cognome e indirizzo, sia europei che extraeuropei. Se invece si tratta di aziende europee, hanno la partita IVA.
            che vuol dire per ora, scusa ? ci sono cambiamenti in vista ?

            Commenta


            • #7
              Re: Dati da inserire su fatture per l'estero

              ok, grazie per le informazioni preziosissime, spedisco solo a soggetti privati, quindi scrivo soltanto nome cognome e indirizzo.
              Ciao a tutti e buon lavoro.

              Commenta


              • #8
                Re: Dati da inserire su fatture per l'estero

                Originariamente inviato da Tomcat
                codice fiscale al''estero non sanno nemmeno cosa sia.
                Diciamo che magari lo chiamano in modo diverso, es. in Spagna si chiama N.I.F. mentre la PIVA la chiamano N.I.F., che poi al fisco Italiano non dica niente è un altra cosa.

                Originariamente inviato da Tomcat
                Se fatturi ad aziende entro la UE indichi la partita iva intracomunitaria, se no un bel niente.
                Sempre da verificare e magari stmparselo da allegare all'ordine ed alla fattura in archiovio, gli trumenti per farlo possono essere i seguenti:
                Consiglio sempre di verificarlo, per esempio proprio questa settimana abbiamo rifiutato un ordine ad una società belga per la loro P.IVA aveva valore solo a livello nazionale e non intracomunitario.

                Originariamente inviato da Tomcat
                Occhio ai codici esenzione iva ( solo aziende), ma per questo senti un commercialista, anzi, sentilo comunque che è meglio...
                Infatti esistono zone esenti IVA esattamente come noi che abbiamo Livigno e Campione d'Italia.

                Ciao

                Sèvero

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da Severo Visualizza il messaggio
                  Consiglio sempre di verificarlo, per esempio proprio questa settimana abbiamo rifiutato un ordine ad una societàbelga per la loro P.IVA aveva valore solo a livello nazionale e non intracomunitario.
                  In che senso???

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da darioc112 Visualizza il messaggio
                    In che senso???
                    Malgrado esista l'UE non tutte le normative sono ugali e può capitare che in alcune nazioni non tutte le aziende siano abilitate a rapporti intacomunitari, o che non conoscano il proprio nr di P.IVA intacomunitario ma usino altri numeri (es in Francia usano il SIRE ed il SIRET) o che pochi mesi prima un azienda esita e poi chiuda.

                    Datpo che stai emettendo fattura senza IVA ne sei responsabile dei dati che e se non combaciano l'erario ti chiederà l'IVA e magari ti darà anche una multa.

                    Per ci controllare su uno dei siti che ho segnalato sopra ed allegare una stampa alla fattura non è un costo elevata che però ti mette al riparo visto che i controlli potrebbereo essere effetuati mesi dopo.

                    Ciao

                    Sèvero
                    Line 4 Kids - Dedicato ai + piccoli

                    Neato Europe - Media Labeling Products

                    Commenta


                    • #11
                      PIVA ecoomerce estero

                      Salve,
                      Vorrei sapere se è possibile realizzare in Italia un sito di e-comerce "normale".
                      Nel senso che: i prodotti venduti (solo ad utenti finali) abbiano lo stesso prezzo per tutti gli acquirenti (sia Nazionali, UE, ed extra UE). Prezzi, sicuramente compresivi di IVA (nazionale) e non dipendente dal paese a cui spedisco la merce.
                      Per esempio:
                      Se acquisto un DVD in Inghiterra, lo pago sempre la stessa cifra, sia che mi trovi in Italia, che in Svezia e via dicendo.
                      E' possibile secondo Voi farlo, o tocca perdersi nei meandri della burocrazia?(addirittura qualcuno mi ha detto che all'interno UE fino a circa 80.000 va applicata l'iva del proprio paeso, poi l'iva del paese di destinazione).
                      Grazie

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da superdelcanto@libero.it Visualizza il messaggio
                        Nel senso che: i prodotti venduti (solo ad utenti finali) abbiano lo stesso prezzo per tutti gli acquirenti (sia Nazionali, UE, ed extra UE). Prezzi, sicuramente compresivi di IVA (nazionale) e non dipendente dal paese a cui spedisco la merce.
                        No tutto quanto spedisci Extra UE o comunque in territori assimilati va fatturato senza IVA.


                        Originariamente inviato da superdelcanto@libero.it Visualizza il messaggio
                        (addirittura qualcuno mi ha detto che all'interno UE fino a circa 80.000 va applicata l'iva del proprio paeso, poi l'iva del paese di destinazione).
                        Grazie
                        Se superi un certo fatturato per singola nazione devi aprire un unità fiscale nel paese per cui dopo devi vendere con l'IVA locale; naturalmente parlando di UE.

                        Ciao

                        Sèvero
                        Line 4 Kids - Dedicato ai + piccoli

                        Neato Europe - Media Labeling Products

                        Commenta


                        • #13
                          Tu puoi comunque stabilire il tuo prezzo di vendita; ovvero, puoi vendere un prodotto a 100 IVA compresa in Italia e Europa, e stabilire che il prezzo per i paesi extraEuropei è di 100 IVA esclusa. Poi nella fattura, o nella distinta di spedizione, indicherai l'IVA scorporata e l'aliquota in un caso, oppure la dicitura "Non imponibile Iva ai sensi dell’art. 8 del D.P.R. 633 e successive modificazioni" nell'altro.
                          Nessuno ti obbliga al prezzo al pubblico calcolato esattamente con o senza IVA.
                          Per esempio, un certo articolo potrebbe perfino avere prezzi di listino al pubblico extraeuropeo più alti del listino europeo, dipende dal produttore.
                          ------------------------
                          Susanna
                          Giardino Italiano, www.giardino.it, www.pens.it

                          Commenta


                          • #14
                            Attenzione mi pare di aver capito che si stia parlando di vendite a "privati" e non a soggetti con p.iva estera quindi i prodotti venduti vanno sempre fatturati CON iva (italiana) anche se spediti all'estero.

                            Dal punto di vista pratico quindi se è un privato che acquista pagherà il prezzo esposto sul tuo sito altrimenti (sogg. con p.iva) farai una fattura esente da iva.

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da Giardino_Italiano Visualizza il messaggio
                              Nessuno ti obbliga al prezzo al pubblico calcolato esattamente con o senza IVA.
                              Per esempio, un certo articolo potrebbe perfino avere prezzi di listino al pubblico extraeuropeo più alti del listino europeo, dipende dal produttore.
                              come nessuno ti obbliga? il prezzo dev'essere ben CHIARO e devi indicare l'aliquota iva che applichi.

                              In che senso dipende dal produttore?

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X