annuncio

Modulo annuncio
Comprimi

Regolamento del Forum Aicel.it (leggere prima di postare)


Visualizza altro
Visualizza di meno

Partita IVA senza avviare attività: contributi inps?

Modulo titolo pagina
Sposta Rimuovi Comprimi
Questa discussione è chiusa.
X
X
Modulo Dettagli conversazione
Comprimi
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Partita IVA senza avviare attività: contributi inps?

    Ho un paio di domande da fare, soprattutto ai commercialisti che scrivono sul forum.

    1) Se apro una partita IVA nel corso del 2010 per la mia attività senza però iscrivermi alla camera di commercio (poiché ho deciso di far partire l'attività nel gennaio 2011), cosa succederà?
    Dovrò comunque pagare il minimale inps per il 2010 oppure no?

    2) Se apro una partita IVA nel corso dell'anno (senza iscrivermi alla camera di commercio) e, dopo qualche mese (prima della fine dell'anno), la chiudo, cosa accadrà?
    Dovrò comunque pagare il minimale inps per il 2010 oppure no?

    Grazie in anticipo per i ragguagli.

  • #2
    Se apri partita iva, dovrai iscriverti alla camera di commercio. sarà poi la camera di commercio ad iscriverti d'ufficio all'inps.
    per i contributi inps, se apri partita iva e la richiudi dopo qualche mese, pagherai i contributi solo per i mesi che hai operato.
    http://www.studiocommercialeonline.it/

    Commenta


    • #3
      Salve, non centra proprio con quello che state dicendo... ma sto provando ad avere qualche risposta che fino ad ora non ho ricevuto... spero che in questo post qualcuno mi possa aiutare.
      Se possibile vorrei avere alcune informazioni.
      Io vorrei iniziare un'attività e-commerce "particolare". Mi spiego meglio.
      Vorrei creare un sito per pubblicizzare le aziende del mio territorio. Per farla breve dovrebbe funzionare in questo modo: Le aziende aderiscono al mio sito, pagandomi una cifra x. In cambio loro avranno una pagina a disposizione per vendere on line i loro prodotti, rendendomi a me il x% del ricavato sul prodotto venduto. In sostanza è l'azienda, con regolare partita iva a fare e-commerce.Da miei ragionamenti (premetto che non sono un esperto di finanza) sono arrivato alla conclusione che io in effetti vendo solo un servizio alle aziende e che loro vendono direttamente i loro prodotti, infatti ogni azienda gestisce a proprio piacimento la pagina a disposizione, evade gli ordini, ecc... Spero di aver reso l'idea. La domanda ora è questa. Per iniziare questo tipo di attività devo seguire la prassi dell'e-commerce nel senso che devo diventare commerciante oppure si può inquadrare in altro modo, sperando di pagare meno tasse?. Un'altra cosa esistono delle scappatoie legali per inquadrare questo tipo di attività, tipo associazioni o cose del genere? Grazie anticipatamente a tutti
      Stefano

      Commenta


      • #4
        Scusa, Colste, ma visto che dici tu stesso che non c'entra niente col topic aperto, perchè mai hai postato il tuo messaggio proprio qui????
        Oltretutto hai postato lo stesso messaggio in 5 topic diversi: ti diverti?
        ------------------------
        Susanna
        Giardino Italiano, www.giardino.it, www.pens.it

        Commenta


        • #5
          Scusami... Giardino_Italiano... non volevo dare fastidio... ma ho fatto la domanda in piu parti e non ho trovato risposta... pensavo che non fosse tanto grave fare una domanda non inerente al titolo della discussione.

          Commenta

          Sto operando...
          X