annuncio

Modulo annuncio
Comprimi

Regolamento del Forum Aicel.it (leggere prima di postare)


Visualizza altro
Visualizza di meno

Trovare fornitori per dropshipping

Modulo titolo pagina
Sposta Rimuovi Comprimi
X
Modulo Dettagli conversazione
Comprimi
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #76
    Io penso che oggi devi avere almeno uno sconto del 50% dal listino se vuoi vendere solo sul tuo ecommerce. Invece se vuoi vendere anche sui noti marketplace ebay,amazon lo sconto deve essere superiore altrimenti non conviene.
    Oggi trovare un servizio di dropshipping serio con questi numeri non è facile. Bisogna anche considerare che con questo servizio la merce viene spedita al cliente direttamente dal fornitore, quindi ci affidiamo ciecamente del fornitore. Nel caso di eventuali controversie da parte dei clienti(soprattutto se viene utilizzato paypal) dobbiamo fidarci delle parole del ns. fornitore......

    Forse oggi conviene puntare su una piccola nicchia partendo con un proprio piccolo magazzino.

    Commenta


    • #77
      il 50% te lo può offrire solo un grossista, un venditore normale se ti offre il 30% sta già facendo tanto.Di contro c'è che spesso il dropshipper che offre un buon margine pretende anche il fee mensile, non garantendo la disponibilità del prodotto, è questa la fregatura, paghi per un servizio e dei prodotti che forse troverai disponibili.

      Commenta


      • #78
        Originariamente inviato da [GASO
        ;n145132]il 50% te lo può offrire solo un grossista, un venditore normale se ti offre il 30% sta già facendo tanto.Di contro c'è che spesso il dropshipper che offre un buon margine pretende anche il fee mensile, non garantendo la disponibilità del prodotto, è questa la fregatura, paghi per un servizio e dei prodotti che forse troverai disponibili.
        30% ? 50%
        ma parlate di prodotti di elettronica?
        mettetemeli a disposizione son disposto a pagare una percentuale a tuo favore sul venduto

        Il margine NON c'è... mi ripeto il mercato (quello online poi...) è completamente rovinato dai motivi che ho già descritto, i profitti sono solo quelli di pochi fortunati e delle grosse ditte che hanno magazzini legati direttamente con il vendor (Samsung , LG ecc ecc) per loro contano i volumi di vendita, non sono come noi che lottiamo per trovare l'articolo dal quale possiamo avere un profitto sulla sua vendita.

        Commenta


        • #79
          Anche per l'elettronica avevo trovato un grossista (cinese della mia zona) che faceva sconti del 50% su tutto il materiale elettronico (ma non dropship), per pc e smartphone, poi però vai su ebay e ti trovi lo stesso prodotto del grossista ad esempio una video camera di sorveglianza fake, che costa 5.00 euro + iva dal grossista, su ebay la stessa camera identica, si trova a 4.90 euro spedita,considerando che costerà minimo la spedizione con prioritaria 3.20 + ci sono le commissioni ebay e paypal, che rimane?Eppure ne aveva venduto migliaia il periodo a quel prezzo.Le cose quindi sono 2 o il grossista mi voleva fregare, ma i prezzi erano esposti quindi lo escludo, o aveva prezzi troppo alti, anche se poi più o meno coincidono con i prezzi in vendita sui negozi fisici, o chi vende online lo fa per la gloria, per il fatturato e guadagno di una pizza al mese

          Commenta


          • #80
            ahhh i cinesi... mi rifiuto di distribuire quelle zozzerie........ piuttosto chiudo.

            Commenta


            • #81
              Mah dipende, da quello che vuoi acquistare, io ho comprato alcune cose per me dalla Cina e mi sono trovato bene, in quanto trovi sia materiale di qualità che di scarsissima qualità,bisogna stare attenti a ciò che si compra,soprattutto per l'elettronica

              Commenta


              • #82
                @GASO:

                Senza fare nomi, in quale settore merceologico hai trovato fornitori in dropship che ti fanno pagare una fee mensile e poi non garantiscono la disponibilità del prodotto? Tu stai parlando nel settore dell'elettronica?

                Commenta


                • #83
                  Settore abbigliamento, ma sono tanti in rete che offrono dropship con fee mensile e in certi casi anche tanto elevati.In alcuni casi ti dicono anche loro a quanto vendere e non puoi vendere a meno o più di quanto decidono loro. Io non tratto elettronica anche se mi piacerebbe vendere smartphone per passione, ma andrei incontro a troppe rogne secondo me.

                  Commenta


                  • #84
                    l'elettronica è superinflazionata !

                    Comunque far pagare una fee serve anche a fare una selezione all'ingresso a vantaggio dei venditori più professionali. Anche se alcuni se ne approfittano come dici tu....si paga una fee e poi neanche c'è la disponibilità della merce ! In questo caso conviene abbandonare subito il fornitore.
                    Conviene crearsi una piccola nicchia con un piccolissimo magazzino all'inizio....

                    Commenta


                    • #85
                      Secondo me la scrematura è solo una scusa per farti sentire uno dei prediletti, ma lo scopo è garantirsi uno stipendio mensile e alla fine accettano cani e porci e si prendono il fee mensile che è ciò che conta, se tu fai 100 o 1 vendita al mese che gli frega?L'importante è che si prendono il minimo da intascare, se poi i prodotti non sono disponibili, affari tuoi, anzi se fai meno vendite per loro è meglio perchè non li fai concorrenza

                      Commenta


                      • #86
                        A prescindere dal dropship, ormai è in atto a causa della crisi un meccanismo di lotta all'ultimo centesimo. Molti rivenditori all'ingrosso si sono messi online, soprattutto su ebay, con la vendita al pubblico. Quindi ci si va a scontrare con i prezzi dell'ingrosso. E tu non puoi competere con loro se non adottando la politica di rivolgeri al produttore acquistando grandi quantitativi per ottnere prezzi migliori. Questi in quasi tutti i settori.

                        Commenta


                        • #87
                          si è tutto vero, su ebay si vende bene finchè quel prodotto è trattato da venditori normali o lo hai solo tu e pochi altri con prezzi uguali o simili, poi arriva il fenomeno con vendite all'ingrosso, con prezzi che sono la metà dei tuoi, a quel punto non vendi più nulla, arriva poi il cinese con prezzi super bassi e non fa più vendere nemmeno il grossista italiano, è una catena alimentare ormai ed ebay permette di mischiare tutti insieme, venditori al dettaglio, grossisti, venditori privati, venditori in nero.Per la politica dei grandi quantitativi, credo che per chi vende online sia un mezzo suicidio, infatti c'è troppa scelta, non è che vai in negozio fisico, dove quello vende e quello compri, in internet se qualcosa non ti piace ne trovi altri 10000 di concorrenti che permettono ampia scelta, ecco perchè molti venditori online lavorano in collaborazione con ingrossi, va bene avere spirito imprenditoriale, ma in certi casi è un suicidio e il rischio va calcolato.
                          Bisognerebbe vendere prodotti di produzione propria,solo cosi si è sicuri di guadagnare qualcosa (sempre che interessino a un pubblico online),se si pensa di vendere ciò che si trova in giro nei negozi sotto casa o al centro commerciale non si va da nessuna parte, concorrenza troppo alta e alla fine anche vendendo molto non si guadagna nulla di sostanzioso, correggetemi se sbaglio

                          Commenta


                          • #88
                            [GASO] hai centrato in pieno la questione!

                            Commenta


                            • #89
                              Salve a tutti, sono un tecnico free lance e seguo diverse aziende che lavorano per il 50% del loro inventario in dropshipping.
                              Soprattutto per chi vuole vendere sui marketplaces, e tratta le categorie merceologiche più importanti (informatica, audio video, casa e giardino) è pressochè obbligatorio avere un inventario con migliaia di articoli.
                              Essendo quasi impossibile avere un magazzino con stoccaggi del genere, tutti o quasi (almeno i più grandi) si appoggiano a dropshipper europei o a intermediari di dropshipper che ribassano il prezzo (ma sono poco affidabili).
                              Purtroppo la cosa più importante e rischiosa affidandosi ad un dropshipper è legata ad i tempi di consegna e alla veridicità delle quantità presenti nel listino (false giacenze). Come sapete vendere online non permette di mantenere tempi di spedizione / consegna troppo lunghi altrimenti, oltre ad avere penalizzazioni nel posizionamento della tua offerta rispetto a gli altri sui marketplaces, la maggior parte dei clienti si rivolgono a venditori con tempi medi di 2-5 giorni.
                              A prima vista sembrerebbe un tempo congruo per una spedizione in dropshipping ma vi assicuro che molte volte i dropshipper non mantengono le promesse e il venditore ne risente sia a livello di immagine ma soprattutto nella performance sui marketplace. Per esempio AMAZON se non mantieni una performance del 97% sui tempi di consegna ti chiude l'account senza tanti discorsi.
                              Sarebbe interessante scambiarsi feedback tra chi si rifornisce da dropshipper sulla loro affidabilità e serietà.

                              Da parte mia con una esperienza decennale vi posso dire che i più utilizzati dai venditori presenti su AMAZON/EPRICE/EBAY/CDISCOUNT/FNAC sono:

                              ESPRINET / INGRAM / COMPUTERGROSS / EDS / HW1 / TECHDATA Per il mercato italiano

                              ACTIONEU / SIEWERT / SEDIVA / DIFOX Per il mercato estero

                              Poi ne esistono molti più piccoli che in alcuni casi sono più affidabili e concorrenziali rispetto a questi grandi brand.
                              I consigli che vi posso dare se volete affidarvi ad un dropshipper sono:
                              1) assicuratevi che abbiamo un ufficio tecnico serio che produca listini quotidiani con disponibilità e prezzi aggiornati almeno ogni 4 ore
                              2) Controllate bene quanto chiedono come spese di spedizione
                              3) Chiedete e richiedete i loro tempi di spedizione medi e non partire a "razzo" ma tenete sotto controllo le prime spedizioni per capire se i tempi sono realmente quelli
                              4) Attenti alla merce tropo pesante, potreste trovarvi brutte sorprese nei costi
                              5) Non pubblicate offerte con disponibilità inferiore a 2 pezzi (loro sfornano proforma al minuti e trovarsi con la disponibilità a zero quando andate ad ordinare è molto facile se la disponibilità è bassa)

                              Per ora chiudo qui, ci sono molte altre cose da dire, se avete bisogno rispondetemi.

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X